genius

A Genius, A Gentleman, and anche Irish (Roots)

Shane MacGowan

A Genius, A Gentleman, and anche Irish (Roots)

If I Should Fall From Grace

Se la grazia mi potrebbe lasciarmi

For me this was said

“Un idealista portata all’estremo”

Advertisements

Another Genius – George Best

 Happy  Birthday George

thebestOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Frasi e biografia di George Best
La scheda di George Best

Calciatore
Nascita: Belfast (Irlanda) il 22/5/1946data morte il 25/11/2005Data nascita e segno
Sebbene sia riconosciuto come uno dei più grandi sportivi mai esistiti, nel corso della sua vita George Best affronta non poche difficoltà legate alla dipendenza dall’alcol, tra cui quattro mesi di reclusione e, nel 2002, un delicatissimo trapianto di fegato. La sua carriera inizia appena quindicenne nel Manchester United. Poco tempo dopo il talento di Best collabora già alla vittoria della Coppa dei Campioni contro il Benfica, oltre a conquistare il record di assist in campionato. Dopo aver collezionato varie vittorie ed essere stato capocannoniere nel campionato del 1970, Best cambia moltissime squadre: si sposta per un breve periodo nell’irlandese Cork Celtic, entra nei Los Angeles Aztecs, passa prima alla società Fulham, poi con i San Jose Earthquakes, i Fort Lauderdale Strikers, gli Hibernian, i Bournemouth, e le squadre di Queensland e del Tobermore United. Una volta abbandonato il campo da gioco, Best offre la sua voce alla telecronaca dei Campionati Mondiali dell’82. La sua incomparabile abilità di attaccante lo ha reso un giocatore indimenticabile nella mente di sportivi e appassionati, tanto che la rivista World Soccer lo colloca all’ottavo posto nella classifica dei calciatori più grandi del ventesimo secolo. La città di Belfast gli ha dedicato un aeroporto mentre nel 2006, a un anno dalla sua morte, a Nord dell’Irlanda sono state fatte circolare un milione di banconote raffiguranti il suo volto.

Genius I think

For anyone who wants to hear music and maybe understand Life – Watch

Per le persone che vogliono musica e forse capire la Vita – Guarda questo

Yeats I Think

I know that I shall meet my fate
Somewhere among the clouds above;
Those that I fight I do not hate,
Those that I guard I do not love;
My country is Kiltartan Cross,
My countrymen Kiltartan’s poor,
No likely end could bring them loss
Or leave them happier than before.
Nor law, nor duty bade me fight,
Nor public men, nor cheering crowds,
A lonely impulse of delight
Drove to this tumult in the clouds;
I balanced all, brought all to mind,
The years to come seemed waste of breath,
A waste of breath the years behind
In balance with this life, this death.

Io so che incontrerò il mio destino
Da qualche parte tra le nuvole sopra;
Coloro che combatto io non odio,
Quelli che custodisco non amo;
Il mio paese è Kiltartan Croce,
Il mio connazionali Kiltartan del povero,
No probabile finale potrebbe portare loro perdita
O lasciarli più felice di prima.
Né il diritto, né il dovere mi ordinarono combatto,
Né gli uomini pubblici, né folle plaudenti,
Un impulso solitario di gioia
Ha spinto a questo tumulto fra le nuvole;
Ho tutto calcolato, tutto a mente,
Gli anni a venire sembravano spreco di fiato,
Uno spreco di fiato gli anni dietro
In equilibrio con questa vita, questa morte.

Then it goes on 4/5 hours

Dura 4/5 ore

Beati Loro

 

 

Peccato, A genius

Shane is an extremely intelligent man and one of the last living punks that stayed true to the cause, but you can’t pretend that he never killed any brain cells with the amount he drinks. It is a shame but his, and The Pogues work will be remembered forever. He did what he intended to do which was inject Irish folk music into popular music, and he accomplished that, and I admire him for that reason.
A one of many interviews from way back to recent, no change given