Gort: facile a perdere, difficile da lasciare

By DAN BARRY


Questa tranquilla cittadina di Galway è circondato da antiche rovine monastiche, paesaggi spettacolari e paesaggi che hanno ispirato Yeats

Questa tranquilla cittadina di Galway è circondato da antiche rovine monastiche, paesaggi spettacolari e paesaggi che hanno ispirato Yeats

Una certa città nella parte occidentale dell’Irlanda sembra in un primo momento ad offrire alcuna ragione per indugiare oltre il tempo necessario per rifornire la vostra auto. Non ha alcun negozio che vende cianfrusaglie celtici, non pub con spettacoli di canzoncine sulla mezz’ora. Anche il suo nome manca il lirismo si trovano in quelle più famose destinazioni irlandesi. E ‘, semplicemente, Gort.

Jonathan Player per The New York Times
Bestiame presso le rovine del monastero di Kilmacduagh, vicino a Gort.
Ma questa città di 1200 nella contea di Galway è anche il luogo dove mia madre ha trascorso la sua infanzia – in periferia, in una fattoria – e dove vivono ancora i membri della famiglia. Tutta la mia vita, la mia risposta alla inevitabile “Dove sono le persone da?” è stato privo di poesia, ma chiamata con orgoglio: Gort. Altri possono pensare ad esso come una macchia di vetrine in pietra grigia sulla strada da Shannon a glamour Galway City, 22 miglia a nord; Mi ricordo come l’Irlanda.

Un recente ritorno confermato la mia sensazione che nessun legame familiare è necessaria per apprezzare ciò che offre la città. Entro un raggio di 10 miglia è possibile trovare Coole Park, una volta santuario di Lady Gregory per i leader della rinascita letteraria irlandese; Thoor Ballylee, la torre di ispirazione per William Butler Yeats; Kilmacduagh, un luogo sacro, con alcuni dei migliori resti monastici in Irlanda; Kinvara, un villaggio di pescatori invitante; e il Burren, il drammatico paesaggio calcareo inclinato verso ovest verso l’Atlantico.

Poi, naturalmente, ci sono le persone ei luoghi di Gort corretta. È vero, la città è un po ‘sporco, un po’ riluttante a sfruttare la sua storia. I motivi della casa di lavoro Gort, una volta stipati fino a traboccare con morte del Grande Carestia, sono ora utilizzati per depositare le attrezzature autostrada. Ma coloro che prestano attenzione vedrà la vita in occidente irlandese come è, non come si potrebbe immaginare.

Mia moglie, Maria, e io, con il nostro 2-anni, figlia, Nora, ha visitato per 10 giorni, rimanendo quasi tutte le notti con i parenti in un vicino borgo agricolo con il nome singolare di Loughtyshaughnessy. Ma la zona offre un sacco di bed-and-breakfast, venerabile di Sullivan hotel e Lady Gregory, un nuovo hotel di lusso il cui interno ha vinto il riluttante rispetto della gente del posto. Abbiamo trascorso una notte lì e abbiamo trovato le camere confortevoli e il personale accomodante.

Siamo andati prima a Coole, meno di tre miglia dalla città. Un secolo fa, Lady Augusta Gregory, il regale bella folklorista e uno dei fondatori del Teatro Abbey, ha iniziato ad offrire la sua tenuta come un rifugio di Yeats, Sean Casey, John Millington Synge e altri artisti irlandesi. Sebbene Coole casa è stata demolita nei primi anni del 1940 – un atto miope che conservazionisti irlandesi si lamentano a questo giorno – il governo ha lavorato per preservare la bellezza pastorale del setting e per ricordare lo splendore poetico che, una volta alimentato fuori della sua aria.

I motivi sono ormai un parco nazionale e conservano di giardini ben curati e sentieri sotto maestosi alberi di tasso. Giù un percorso è Coole Lago, dove Yeats incontrò i “nove e cinquanta cigni” della sua poesia, “I Cigni selvatici a Coole.” Altrove si trova il famoso faggio rosso con le iniziali incise di Yeats, Casey e gli altri che in pausa da attività artistiche per un momento di fantasia. Coole ha anche una sala da tè invitante in uno degli edifici restaurati.

Lungo una strada stretta circa tre chilometri di distanza si trova Thoor Ballylee, una torre normanna che Yeats acquistato a buon mercato nel 1917 e restaurato come residenza estiva. La torre ei suoi dintorni hanno ispirato molte delle sue poesie; era un “luogo benedetto”, scrisse una volta – un luogo dove prese con l’amore, la guerra civile e la morte. Ora un museo, la torre rimane remota. All’esterno, solo un piccolo parcheggio interrompe i dintorni pastorali di pascolo di mucche e di flusso, e solo una targa sul volto dell’antica struttura racconta di quello che una volta era:

I, the poet William Yeats

With old millboards and sea-green slates

And smithy work from the Gort forge

Restored this tower for my wife George;

And may these characters remain

When all is ruin once again.

Io, il poeta William Yeats

Con i vecchi millboards e ardesie glauchi

E il lavoro fucina dalla fucina Gort

Restaurato questa torre per mia moglie di George;

E possono rimanere questi personaggi

Quando tutto è ancora una volta rovina.

La mia famiglia ed io indugiava a Gort, passare il tempo con una zia e lo zio che sono in pensione da agricoltura. Ora si alimentano il fuoco di una stufa con bastoni dal campo, fissare il tè ogni 35 minuti o giù di lì, e raccontano storie – circa il caro prezzo della terra nel corso attuale boom economico del Paese, circa i segni sicuri di un buon barattolo di poteen (o chiaro di luna), sulle manie e trionfi di vicini e clero. La televisione era di solito fuori e la radio solito, sintonizzata su una stazione che seguirebbe una bobina tradizionale con un più grande successo dei Doors. Non importa; tutto era musica di sottofondo a “Sapete la casa il boreen?” e “Più di tè?”

Quando Wanderlust ha colpito, sapevamo che ogni uscita abbiamo preso, in ogni direzione, sarebbe memorabile. Una sera abbiamo programmato di mangiare sia il Prugnolo o di O’Grady – due pub consigliati a Gort – ma la nostra figlia addormentati appena siamo usciti dalla porta fattoria. Così, in un atto avvicinamento sacrilegio, Maria e ho comprato cheeseburger e patatine fritte a Supermac di – il McDonald di Gort – e guidato tre miglia al crepuscolo alle rovine di Kilmacduagh.


Jonathan Player for The New York Times
Thoor Ballylee, the stone tower where Yeats lived.


Fondata da S. Colman Mac Duach agli inizi del VII secolo, il monastero ha ospitato la preghiera e saccheggiare. Vichinghi saccheggiarono i suoi tesori nei secoli 9 ° e 10 °, come hanno fatto vari clan nei secoli successivi, ma rimase la sede di un vescovo cattolico romano fino al 16 ° secolo. Ora, conservato in mezzo a terreni agricoli, ci sono bei resti di chiese e una cattedrale e una torre circolare di 110-piede-alto che una volta fornito rifugio per i monaci in tempi di attacco. Sulla terra adiacente è un antico cimitero, un luogo dove San Colman fu sepolto quasi 1.400 anni fa, dove croci celtiche angolo goffamente verso il cielo.

Con il nostro bambino che dorme e la radio che suona musica malinconica, Maria e ho guardato la torre rotonda lentamente diventa una silhouette contro il cielo notturno. Abbiamo immaginato i segreti che avessi viste, e le generazioni di contadini che hanno consultato dal loro faccende e miserie e traevano forza da trovarla ancora in piedi.

L’unica escursione lunga distanza abbiamo fatto era circa 30 km a sud ovest alle Cliffs of Moher, le formazioni spettacolari della contea di Clare che segnalano la fine brusca occidentale dell’Irlanda. Con fotografie scattate e volti punto da vento scattare, ci siamo diretti di nuovo verso Gort, che serpeggia lungo la strada costiera a nord attraverso il Burren – un lungo tratto di colline calcaree esposte digradanti verso il mare.

Nel tardo pomeriggio ci siamo fermati nove miglia a corto di Gort nel villaggio porto di Kinvara, dove abbiamo trascorso la notte in un piacevole, hotel relativamente nuovo chiamato Merriman. Kinvara era abbastanza tranquilla. Siamo andati a piedi le sue strade strette, pub passati e qualche negozio di catering per i visitatori; uno venduto ceramica “rane irlandesi,” un altro specializzato nel imballaggio e la spedizione di Atlantic salmone irlandese. Ci è sembrato che il villaggio aveva colpito un meraviglioso equilibrio tra turismo e una dedica a preservare la sua bellezza.

Kinvara anche fornito uno di quei momenti sereni destinate a rimanere nella memoria: seduta a un posto vicino al finestrino del ristorante Pier Head, bevendo birra scura, mangiare salmone affumicato e guardare le barche bob a Kinvara Bay.

Dopo una colazione irlandese completa al Merriman la mattina dopo, era di nuovo al vivace Gort, il mio punto di riferimento personale alla storia irlandese. Guaire, il leggendario re del Connacht, costruì un castello nel VII secolo. Entro la metà del 19 ° secolo, era una città mercato prospera, con le guglie delle due chiese dedicate a S. Colman – una cattolica, una protestante – penetrante il cielo.

Ma la carestia devastò le contee di Galway e Clare – e la città di Gort. Un visitatore inglese nel 1850 descrisse vedere centinaia di donne e bambini brividi dentro e intorno al giardino della casa di lavoro Gort. “Quello vestito che avevano sembravano essere gli stracci della sottoveste rossa del paese da sotto la vita, brandelli di roba nera sopra di esso,” ha scritto. “Alcuni dei bambini erano quasi nudi, e molto evidentemente in uno stato più sporco.”

La comunità lentamente recuperato, e dal 20esimo secolo stava giocando un ruolo nella rivoluzione e la successiva guerra civile. A due miglia dalla città, nel cimitero Shanaglish dove mio nonno è sepolto, è un memoriale a Patrick Henry e Loughnane, due fratelli che sono stati torturati e trascinati alla morte da parte di agenti britannici nel 1920, ottanta anni dopo, ogni scolaro in città conosce il storia della Loughnanes.


Jonathan Player for The New York Times
Pubs along the main street in Gort.


Oggi, Gort è come tante altre comunità irlandesi, cercando di essere moderni rispettando il suo passato. Quella chiesa protestante è ora una biblioteca. La porta hotel molto vecchio Glynn porta un cartello scritto a mano informare i clienti di Supermac che sì, grazie, il negozio di hamburger ha il proprio bagno. E di fronte a JJ di Coen, il piccolo negozio di abbigliamento che ha vestito gli agricoltori da generazioni, c’è un negozio che vende telefoni cellulari.

Una notte Domenica siamo andati al Archway, un pub che si affaccia sulla piazza centrale. Gli uomini bevevano birra scura al bar mentre le donne bevevano bevande a tavole rotonde piccole; loro conversazioni ricoperte stanza in mormorii. Vicino alla parte anteriore della stanza, un contadino della vicina Peterswell rimosso una fisarmonica dalla custodia pesante. Accanto a lui c’era un uomo in possesso di un flauto, e un altro con una chitarra.

Come a un segnale, uomini e donne, mia zia inclusa, vagato sul pavimento di legno usurato a prendere il loro posto. Una raffica di musica ceili scosse la stanza, e cominciarono a ballare. Alcuni chiuso gli occhi mentre si girò di scatto; altri calpestarono il legno nella gioia di sfida. Mi sono seduto lì, a guardare mia figlia battere le mani e mia moglie toccare i suoi piedi, e io conoscevo solo questo: non volevo lasciare.


Se si va

Alloggi

Ci sono molte pensioni e bed-and-breakfast in ed intorno a Gort, così come di Sullivan Hotel, (353-91) 631257, fax (353-91) 631.916, nella piazza del paese.

Un lussuoso aggiunta è il 48-camera Lady Gregory Hotel sulla Ennis, Galway Road; (353-91) 632333, fax (353-91) 632332. E-mail ladygregoryhotel@tinet.ie, http://www.ladygregoryhotel.com sul web.

Nelle vicinanze a Kinvara è il 32-camera Merriman Hotel, Kinvara sulla strada. (353-91) 638222, fax (353-91) 637.686.

Giro turistico


Jonathan Player for The New York Times
The famous copper beech at Coole Park.


I motivi di Coole Park sono aperte tutto l’anno. Il centro interpretativo e la sala da tè sono aperti Martedì alla Domenica 10:00-05:00 Pasqua a metà giugno, tutti i giorni 9:30-18:30 metà giugno ad agosto, e tutti i giorni 10:00-17:00 nel mese di settembre.

Thoor Ballylee, (353-91) 631.436, il castello di proprietà di William Butler Yeats, è aperto tutti i giorni 10:00-18:00 da Pasqua a settembre. L’ingresso è di 4,20 dollari; bambini di 12 e più anziani, $ 1,21 .; sotto i 12, 90 centesimi.

Il Gregory Museum Kiltartan, (353-91) 632.346, a Kiltartan Croce in Gort, è aperto 10:00-18:00 1 ° giugno al 1 ottobre è in gran parte dedicato alle opere di Lady Augusta Gregory. Ingresso: 1,80 dollari, 60 centesimi per bambini.

In Kinvara, Dunguaire Castle, (353-91) 637108, che ha incombeva sopra Kinvarra Bay per più di 400 anni ed è ora aperto al pubblico, arredata con mobili provenienti dai vari periodi in cui fu occupata. E ‘aperto da maggio a ottobre; l’ammissione è di $ 3,50, studenti 2,42 dollari. A quattro portate cena medievale ($ 36) è presentato, con periodo intrattenimento.

Non vi è alcuna tassa per visitare le rovine di Kilmacduagh.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s